COME FUNZIONA - forestsharing.it

La Community

INSIEME PER DARE PIÚ
VALORE AL
PATRIMONIO
BOSCHIVO ITALIANO


La gestione attiva del bosco
contribuisce a sostenere l’ambiente

Come funziona la piattaforma

Vogliamo che il nostro sia un vero e proprio approccio dal basso che dia nuova prospettiva chi possiede un bosco. Si crea valore con le persone, non sulle persone, guardando alla gestione forestale con occhi nuovi.

Il proprietario forestale inserisce i dati del proprio bosco, e sceglie le modalità di gestione, (Taglio legname, valorizzazione ricreativo turistica, mantenimento, ecc...) possono essere gestite singolarmente o mixate tra di loro.

I tecnici di Forest Sharing analizzano le proprietà forestali, e scelgono insieme ai proprietari le soluzioni migliori.

Le forme di gestione (Taglio legname, valorizzazione ricreativo turistica, mantenimento) possono essere gestite singolarmente o mixate tra di loro.

Il valore del bosco viene condiviso al momento in cui viene creato

Faq

DOMANDE
FREQUENTI


Una serie di informazioni che
potrebbero aiutarti a comprendere
meglio il valore di Forest Sharing

Cos’è forest sharing?

-E una piattaforma digitale dove i proprietari di boschi si incontrano tra loro e con le imprese ed i professionisti che lavorano in bosco realizzano una comunità che permette di creare valore da boschi abbandonati o non gestiti.

Qual’è l’obiettivo di Forest Sharing?

-L’obiettivo è la valorizzazione sostenibile del patrimonio boschivo italiano, mediante l’aggregazione dei terreni forestali, attraverso processi di economia circolare e condivisa.

Come nasce Forest Sharing?

-Nasce dall’incontro tra dottori di ricerca del dipartimento di scienze forestali di Firenze con impreditori e professionisti dell’economia circolare di Firenze, che ha portato alla costituzione della startup innovativa Bluebiloba (spinoff universitario).

Come funziona la piattaforma?

-La piattaforma permette l’inserimento di un proprietario boschivo all’interno di una bacheca dove si incontrano domanda e offerta di servizi forestali. È sufficiente inserire i propri dati anagrafici e i dati catastali del bosco per iscriversi a Forest Sharing.

Cosa ci guadagna un proprietario di boschi?

-Il proprietario può ottenere una rendita dal proprio bosco, variabile sulla base delle caratteristiche del bosco. Questo può generare una fonte di reddito aggiuntiva o uno strumento per il mantenimento del bosco e dei costi di gestione.

Chi stabilisce quanto vale il bosco?

-La valutazione, necessaria anche per verificare l’attidutine manifestata dal proprietario, viene fatta in base a: Specie arborea, estensione, età, tipo di bosco, accessibilità, condizioni stazionali (suolo, precipitazioni, altidutine). Parte di queste valutazioni saranno effettuate con tecnologie di telerilevamento (satelliti), parte attraverso sopralluoghi e voli con drone.

Quali sono i servizi principali di Forest Sharing?

-Forest Sharing propone 3 servizi principali, per il proprietario:
1- Matching con aziende del settore: che consiste nell’accesso al network di imprese che costituiscono l’intera filiera forestale (imprese boschive, associazioni di trekking, costruttori di parchi avventura, studi di progettazione e consulenza)
2- Selvicoltura di precisione: tecnologie derivanti da innovazione e ricerca scientifica per l’aquisizione di dati e la successiva elaborazione per una migliore conoscenza del territorio e delle dinamiche ambientali. Permette una gestione ottimizzata e sostenibile delle attività sul campo.
3- Partecipazione a bandi di contributo: animazione e sviluppo di progetti congiunti per l’erogazione di contributi regionali ed europei del settore, utili allo sviluppo del territorio e delle imprese e alla sperimentazione di strumenti nuovi (es. PSR, Programma LIFE).

In cosa consiste l’iscrizione alla piattaforma?

-L’iscrizione consiste nell’inserimento del proprio bosco (dati catastali) e la scelta da parte dell’utente della modalità di gestione preferita, che verrà verificata in base alle caratteristiche del bosco, dai tecnici di Forest Sharing.

Quante tipologie di utenti prevede la piattaforma Forest Sharing?

-Le tipologie principali sono 2.
1- L’utente che decide di continuare a gestire in modo autonomo il proprio bosco, all’interno della community, usufruendo dei servizi che la piattaforma propone: matching con aziende del settore, selvicoltura di precisione, partecipazione a bandi di contributo.
2- L’utente che decide di affidare la gestione del proprio bosco mediante mandato professionale a Forest Sharing, concordando insieme ai tecnici di Forest Sharing, le finalità di gestione e valorizzazione, e affidandogli la gestione operativa supportata da: matching con aziende del settore, selvicoltura di precisione, partecipazione a bandi di contributo.

Chi sceglie la modalità di gestione forestale?

-Il proprietario manifesta le proprie volontà di gestione (produttiva, ricreativa, fruitiva, protettiva o di mantenimento), le quali vengono validate da Forest Sharing al fine di attribuire al bosco la giusta attitudine e attivare le modalità di valorizzazione più appropriate.

Cosa significa gestire in modo condiviso il proprio bosco?

-Gli utenti che entrano a far parte della community sono consapevoli ed accettano i meccanismi di aggregazione che la piattaforma offre ai proprietari e alle aziende, e l’attività di intermediazione svolta dalla piattaforma.

Che vuol dire gestire il bosco?

-Vuol dire prendere decisioni relative alla conduzione del bosco (ad esempio: quando operare un intervento colturale, quale specie reimpiantare, accettare un’offerta economica per il legname). Tali decisioni vengono prese in autonomia dall’utente iscritto a Forest Sharing: il proprietario indica espressamente sulla piattaforma la sua attitudine, cioè quella che il proprietario vuole sia la modalità di gestione della proprietà forestale; i tecnici di Forest Sharing valuteranno poi la fattibilità dell’attitudine espressa dal proprietario, sulla base delle caratteristiche del bosco (esempio: ubicazione, estensione).. L’attitudine puà essere anche indicata direttamente dai tecnici di Forest Sharing, quando il proprietario non la esprime ed il bosco viene affidato mediante mandato professionale di gestione. Leggi attentamente le caratteristiche di ogni modalità di gestione possibile, e valuta quali più si addicono alla particella di bosco inserita: avrai la possibilità di scegliere più tipologie di gestione. I nostri tecnici forestali analizzeranno la compatibilità tra l’attitudine che il proprietario avrà espresso e le caratteristiche del bosco, per arrivare insieme alla scelta definitiva dell’attitudine più adatta. Anche questo per noi è creare valore condiviso

Gestire il bosco vuol dire esclusivamente effettuare dei tagli di utilizzazione per la produzione di legname, legna da ardere o biomasse?

-No, questo tipo di gestione è solo di tipo produttivo, ma ce ne possono essere molti altri. Ad esempio: gestione protettiva, fruitiva, ricreativa…etc.

E’ importante gestire il bosco?

-Si, per valorizzare un patrimonio che abbiamo (produzione di legno – materie prime e non affidarci solo all’importazione dall’estero), curare e custodire il territorio e valorizzare i servizi ecosistemici forniti dalle foreste.

Gestire il bosco può danneggiarlo?

-No, se la gestione è effettuata con criteri di sostenibilità. Noi di Forest Sharing aderiamo a PEFC, ente internazionale di promozione della gestione sostenibile dei boschi. Le aziende a cui affidiamo le lavorazioni devono rispondere agli standard stabiliti da PEFC.

Quanto tempo ci vuole prima di avere una rendita, nel caso del mandato di gestione?

- Dipende dal tempo in cui Forest Sharing riesce a formare il lotto forestale, grazie alla partecipazione degli utenti, quindi dalle caratteristiche e l’estensione dei boschi degli utenti confinanti o limitrofi.

Il proprietario può aiutare Forest Sharing ad accelerare i tempi?

Sì, attraverso il passaparola con vicini e confinanti

Il proprietario può aiutare Forest Sharing a ridurre i tempi per avere una rendita?

-Si, acquistando servizi accessori conoscitivi, come rilievi in campo e i voli con drone per il proprio bosco, in questo modo Forest Sharing avrà maggiore conoscenza del bosco e potrà proporlo al meglio alle aziende del settore.

Nel mandato di gestione posso includere il mio tecnico forestale?

-Si, è possibile indicare il proprio tecnico, all’interno del processo di intermediazione gestito da Forest Sharing.

Iscriversi su Forest Sharing, mi preclude altre opportunità?

-No finché rimani sulla bacheca, invece nel caso del mandato, la gestione è esclusiva di Forest Sharing fino a cessazione del rapporto.

Il mio bosco è in affitto o in comodato a terzi, mi posso iscrivere?

-Si, l’affittuario o il comodatario deve esserne a conoscenza, rimanendo sulla bacheca valuterete insieme le opportunità che il network di Forest Sharing sarà in grado di offrire.

Sono l’affittuario o il comodatario di un bosco, mi posso iscrivere?

-Si, l’iscrizione è valida fino alla scadenza del contratto d’affitto o di comodato. Forest Sharing chiederà di inviarne copia e di comunicare l’iscrizione alla piattaforma al proprietario.

A cosa serve il tuo profilo?

-Iscrivendoti al Forest Sharing avrai la possibilità di utilizzare tutti i servizi che la piattaforma offre, e di vivere un’esperienza personalizzata di gestione della tua proprietà forestale attraverso il tuo profilo. Puoi iscriverti utilizzando un indirizzo e-mail attivo o attraverso i principali social network.

Perchè iscriversi? Cosa vuol dire gestire il tuo bosco?

-Per poter ricevere informazioni esupporto nella gestione della tua proprietà è necessario avere un profilo sulla piattaforma Forest Sharing, che si ottiene iscrivendosi con un indirizzo e-mail attivo o attraverso i principali social network. Senza un profilo, infatti, non è possibile per l’utente inserire i propri boschi nella community, ricevere online informazioni dettagliate sui boschi inseriti, né ricevere aggiornamenti ed informazioni sulle opportunità di valorizzazione.

Non conosco i miei dati catastali, come posso fare?

-Nel caso tu non abbia a disposizione la visura catastale del tuo bosco, Forest Sharing può richiederla per te: devi solo indicarci il tuo codice fiscale, e la provincia in cui si trova il bosco. Il servizio ha un costo di 5€ per ogni provincia……o per ogni visura?

Pagamenti e fatturazioni

-Forest Sharing effettua un’attività di intermediazione tra proprietari forestali ed aziende del settore, trattenendo una commissione una volta che l’attività in campo sia stata realizzata. Questa modalità è stabilita nel contratto che Forest Sharing propone di sottoscrivere ai soggetti interessati.

Recupero credenziali – Smarrita password

-Se hai smarrito o dimenticato la password per l’accesso non ci sono problemi: la piattaforma Forest Sharing ti permette di modificare la password attraverso l’invio di una mail di recupero dei dati per l’accesso, che verrà inviata all’indirizzo mail che hai indicato al momento della prima registrazione.

Recupero credenziali – Smarrito id

-Nel caso in cui non ti ricordassi più il tuo ID non ci sono problemi. Ricorda sempre che il tuo ID corrisponde all’indirizzo mail che hai inserito al momento della registrazione. Se non hai più possibilità di accedere al tuo indirizzo mail contattaci tramite la mail di supporto info@forestsharing.it e descrivici il tuo problema. Un tecnico dello staff sarà a tua disposizione per supportarti.

E’ possibile modificare l’indirizzo mail di riferimento?

-Purtroppo non è possibile modificare l’indirizzo mail di riferimento. Questa informazione ci permette infatti di poter creare il tuo account e di poterlo gestire. Se non hai più possibilità di accedere al tuo indirizzo mail contattaci tramite la mail di supporto info@forestsharing.it e descrivici il tuo problema. Un tecnico dello staff sarà a tua disposizione per supportarti.

Come posso fare ad aggiornare i dati anagrafici presenti all’interno del mio account?

-Effettuando l’accesso è possibile modificare i dati relativi ai tuoi dati personali ed al tuo indirizzo; i dati anagrafici inseriti potranno essere modificati ma non sarà possibile modificare l’intestatario dell’account. (Es. Se l’intestatario è Mario Rossi, i dati non potranno essere modificati in Paolo

Inserimento Bosco – Dove posso trovare le informazioni di cui ho bisogno

-Per poter gestire il tuo bosco al meglio, abbiamo bisogno di sapere in maniera specifica dove si trova. Ogni proprietà forestale è censita al catasto attraverso tre informazioni: Comune – Foglio – Particella. Queste informazioni sono riportate all’interno della visura catastale

Inserimento Bosco- Cosa succede se non inserisco le informazioni (Comune- Foglio – Particella )?

-Ogni Proprietà Forestale è registrata e dettagliata all’interno del catasto grazie a delle informazioni specifiche, senza le quali non ci è possibile identificare esattamente i confini del bosco. Potrai comunque inserire il tuo bosco nella piattaforma, indicando il comune all’interno del quale il bosco si trova, e la sua estensione indicativa. Questo ci permetterà di iniziare il processo di valorizzazione della tua proprietà, in attesa di ricevere informazioni più dettagliate.ebite ricerche. Puoi quindi inserire le informazioni che hai a disposizione: ci serviranno per poterti dare supporto per il completamento della registrazione del tuo bosco. Importante: nel caso tu non sia certo di quale sia il comune dove il bosco si trova, ti chiediamo di verificare questa informazione prima di inserire i dati nella piattaforma.

Il tuo Bosco – Perchè gestirlo ?

1-Il bosco fornisce molti servizi. Abbandonarlo vuol dire perdere alcuni di questi. In molti casi abbandonarlo significa innescare processi di invecchiamento che possono causare problemi all’uomo e alle attività antropiche.
2 - Ogni albero presente nel bosco ha la capacità di assorbire CO2: approfittane per neutralizzare l’impatto ambientale delle tue azioni di tutti i giorni. Scopri quanta CO2 produci con i tuoi trasporti, pasti, acquisti etc. e divertiti a catturarla. Oltre a questa attività Green…

Il bosco ha bisogno dell’uomo per perpetuarsi?

-No, il bosco è un ecosistema che si autoregola, in assenza dell’uomo si innescano processi ecologici per cui il bosco si può perpetuare o può subire dei cambiamenti. Comunque sia, da solo riesce a stabilire un equilibrio.

Qual è l’estensione minima del bosco per iscriversi?

-Non esiste estensione minima, è sufficiente avere una particella catastale.

Sono iscritto a Forest Sharing con i miei boschi, chi è responsabile di ciò che accade nel mio bosco?

-Il responsabile è sempre il proprietario, con Forest Sharing puoi valorizzare gli aspetti gestionali che riguardano le attività e gli interventi da svolgere nel tuo bosco.

Cosa succede se il mio bosco viene percorso da un incendio?

-L’iscrizione non decade, insieme capiremo come far ritornare il bosco.

E’ possibile accedere a misure PSR attraverso Forest Sharing?

-Si, proprio grazie alla comunità formata con Forest Sharing.

Mi posso tenere la legna prodotta dal mio bosco?

-Si, mettendoci d’accordo con l’impresa che effettuerà il taglio. La tua rendita sarà scorporata dal valore della legna per l’autoconsumo

Iscrivendomi a Forest Sharing ho qualche garanzia sulla manutenzione del mio bosco?

-No, Forest Sharing può fornirti delle offerte, ma non garantisce che arriveranno.

Il Sistema

BOSCO
ED ECONOMIA
CIRCOLARE


La gestione attiva del bosco contribuisce a sostenere l’ambiente

L’economia circolare al servizio dei boschi italiani

La gestione circolare e condivisa della catena del valore (nei suoi aspetti tecnici, commerciali e legali) è carico di un gruppo di lavoro multidisciplinare.

Ai membri della community sarà data la possibilità di sviluppare progetti che non potrebbero vedere la luce se messi sulle spalle del singolo, con ricadute positive per la comunità, sia ambientali che sociali.

I nostri valori

RICERCA, INNOVAZIONE, APPROCCIO MULTIDISCIPLINARE e GIOCO di SQUADRA


i nostri punti di forza, un modo per guardare lontano

Una buona notizia per i boschi italiani

Noi di Forest Sharing crediamo che poter creare opportunità di sviluppo economico condiviso attraverso una gestione ambientale sostenibile sia una BUONA NOTIZIA.

Crediamo nel valore della RICERCA, dell’INNOVAZIONE, dell’APPROCCIO MULTIDISCIPLINARE e del GIOCO di SQUADRA. Crediamo che la Sharing Economy sia un modo per creare valore CON le persone, e non SULLE persone, dando ai membri della nostra community la libertà di scegliere cosa fare dei propri boschi; una scelta che grazie ai nostri tecnici può diventare realtà.

Crediamo che gestire un bosco in modo attivo e consapevole voglia dire poter percorrere tante STRADE DIVERSE, ma anche che per aver CURA del TERRITORIO rendere i nostri boschi più resilienti nei confronti del CLIMA CHE CAMBIA si possa e si debba passare anche attraverso una gestione produttiva ATTENTA e SOSTENIBILE.

Crediamo che un bosco gestito con attenzione rappresenti un valore non solo per chi lo possiede, ma per tutta la COLLETTIVITA’, e che “Economia Circolare” voglia dire uscire dal concetto di POSSESSO ed entrare in quello di UTILIZZO CONDIVISO: fare qualcosa insieme come alternativa all’inerzia, creare valore per non disperderlo.

Crediamo che FARE RETE tra le persone sia la migliore risposta che si possa dare ad un mondo sempre più egoista e complicato, e che entrare nella nostra Community porti valore ai proprietari forestali così come alle aziende e ai tecnici del settore.

Siamo convinti che la cura del territorio possa e debba CONIUGARSI con nuove opportunità di sviluppo; crediamo che creare una nuova FILIERA CORTA e VIRTUOSA per i prodotti forestali sia anche un modo per contrastare l’inquinamento e l’illegalità.”